Ultimora

News fra curiosità e novità

Attacchi informatici, come difendersi

Roberta Bruzzone Roberta Bruzzone

Roberta Bruzzone, Criminologa investigativa interviene insieme ad altri esperti ad un dibattito aperto tra criminologi, ex hacker oggi esperti consulenti aziendali, avvocati, istituzioni e esperti di tecnologie IT. Si parlerà di sicurezza informatica come difendersi dagli attacchi. 

 

Crimini informatici sempre più frequenti e più devastanti per le aziende che hanno milioni di dati da proteggere. Dall’ultimo report Global Threat Impact Index stilato da Check Point, solo nel mese di febbraio il numero di attacchi informatici in Italia ha fatto scalare la classifica mondiale delle nazioni più attaccate di ben 25 posizioni.

L’evento

L’azienda ha bisogno di capire come muoversi per iniziare un percorso preventivo e risolutivo in materia di sicurezza informatica che non coinvolge esclusivamente un discorso infrastrutturale ma diversi aspetti. Questo è l’obiettivo dell’evento che, infatti, metterà a confronto le risposte di criminologi, ex hacker oggi esperti consulenti aziendali, avvocati, istituzioni e tecnologie. Il pomeriggio coinvolgerà gli imprenditori e responsabili IT per  metterli in guardia dalle minacce del cybercrimine con cui oggi tutte le aziende, grandi e piccole, hanno a che fare. Non solo, verranno messe in campo le possibili soluzioni per la tutela di se stessi   e del  patrimonio informativo della propria società.

Giovedì 30 Marzo a Pordenone, Eurosystem Spa (www.eurosystem.it) e Nordest Servizi (www.nordestservizi.it) saranno i promotori del dibattito con la collaborazione di Servizi CGN (www.cgn.it), che vedrà la presenza tra gli altri personaggi di Roberta Bruzzone, criminologa investigativa, Athos Cauchioli, ex hacker oggi consulente aziendale, Diego D’Accolti, assistente capo Polizia Postale e delle Comunicazioni Friuli Venezia Giulia, David D’Agostini, avvocato e docente all’Università di Udine, Rodolfo Saccani, Security R&D Manager Libra Esva, Fabio Zaffaroni, IBM Italia Brand Specialist.

Link all’evento http://ow.ly/9A3U30a6J1Q

Ospite d’onore

“Un crimine su cinque viene commesso in rete, -  dichiara Roberta Bruzzone,  - facendo leva su una poco elevata percezione del rischio e una labile tutela della privacy. Oltre che salvaguardare le macchine con le corrette procedure e software, bisogna che le brave persone conoscano il modus operandi di chi invece opera in rete attraverso truffe online, cyberstalking, cyberbullismo, pedopornografia e furti d'identità. Il non sapere purtroppo ci danneggia”.

Come può tutelarsi l’azienda?

Innanzitutto partire dallo stabilire delle misure di difesa che solo uno specialista attraverso un’accurata analisi dell’infrastruttura può fare per capire le possibili falle e programmare quindi delle contromisure. Si consideri che un attacco informatico non necessariamente arriva da un sito, basta entrare in un’azienda con un tablet infetto che sono state già superate le barriere difensive. Oltre che da un punto di vita infrastrutturale, è bene conoscere come funziona la polizia delle comunicazioni e soprattutto il modus operandi delle tecno mafie, quali sono gli strumenti messi a disposizione da un Cyber Pol per proteggere quello che oggi è un front office 2.0, tutti aspetti fondamentali per sapere come muoversi nel mondo delle denunce informatiche. L’aspetto legale interviene spesso in caso di violazione informatica, poiché  ci possono essere responsabilità civili e penali, soprattutto per i titolari di azienda, che variano a seconda di ciò che stabilisce la legislazione, soprattutto alla luce del nuovo Regolamento europeo che evidenzia le nuove direttive.

L’evento svilupperà una panoramica a 360 gradi sulla sicurezza informatica che metterà la platea nelle condizioni di poter agire contro un tipo di crimine sempre più invasivo. 

Letto 3998 volte

#tolktolk

Ultimora

 

Chi sono

Sono Dora Carapellese, mi occupo di comunicazione, offrendo servizi di ufficio stampa, scrittura per l'editoria e formazione.

Articoli recenti

Seguimi su Instagram